5.7.02024

5
(4)

Posta foto: Slogan in un negozio

miscellanea

Mentre parti di famiglia e amici 4th di luglio festeggiato, io e la mia dolce metà abbiamo ballato ieri. Il mio esame è attualmente in fase di stampa e sono entusiasta di vedere come apparirà nella versione XXL (Din A3). E quando lo correggo in seguito, posso provare io stesso questo formato.

Oggi però mi dedicherò prima al rapinatore Hotzenplotz e poi vedrò che compiti hanno i ragazzi della nona elementare. Purtroppo oggi mi rimane la conversazione Detlef Stern negato anche se in realtà c'è bisogno di discussione. Ma manca ancora un po' di tempo all'inizio del prossimo semestre, quindi ciò che è stato rinviato non significa che sia stato revocato.

A proposito, il detto del giorno di oggi proviene dagli archivi stoici ed è: "Se fare il bene fosse facile, tutti lo farebbero".

È bello vedere oggi la costruzione di un festival sulla Kiliansplatz, dove la città ovviamente ha rinunciato ai soliti requisiti di sicurezza, vigili del fuoco e altri requisiti - è possibile! Tuttavia, sarebbe meglio se in una città fossero determinanti la legge e l’ordine e non la reputazione di determinate personalità; Il trumpismo è da tempo di casa in Europa, soprattutto qui a Heilbronn.

Ciò che è ancora più piacevole è che recentemente se ne è parlato al Bundestag, mentre i passeri già cinguettano dal tetto. Ma così come non sono responsabile dei risultati elettorali nel Regno Unito, non sono nemmeno responsabile del crollo dell’SPD.

Hertenstein parla

Se siete interessati ai contenuti politici e volete pensare e parlare delle possibili soluzioni per il nostro mondo di oggi in un ambiente piacevole, gli Hertensteiner Talks sono un buon indirizzo.

Questi si svolgeranno a Heilbronn per l'ottava volta il 21 settembre 2024. In realtà bisogna considerare positivamente il fatto che non solo altre città tedesche vengono ora coinvolte nei colloqui, ma recentemente anche persone di Hertenstein, che in realtà abitano a Weggis, hanno rivendicato questi colloqui. Penso che sia un buon segno che... Hertenstein parla hanno almeno raggiunto di nuovo i federalisti europei.

Anche se finora gli Hertensteiner Talks hanno riunito a Heilbronn “solo” un centinaio di interessati, si tratta sicuramente già di un grande successo. Anche nel 100 i federalisti europei non riuscirono a riunire cittadini più impegnati a Berna e a Hertenstein. Solo nel 1946 a Montreux e nel 1947 a L’Aia ci furono più persone che non solo espressero il loro interesse per un mondo migliore, ma ebbero anche idee e concetti validi e realizzabili.

E a differenza degli inglesi, noi europei abbiamo ancora delle possibili soluzioni a portata di mano. Non ci resta che riuscire finalmente a renderlo appetibile alla maggioranza dei nostri concittadini. Questa è e rimane probabilmente la sfida più grande per tutti i federalisti. Finora non è stato trovato nessuno che volesse o potesse presentare le proprie idee al riguardo in un apposito gruppo di discussione.

Stiamo ancora raccogliendo idee per i gruppi di discussione di quest'anno. Inoltre non abbiamo ancora tutti i moderatori e i generatori di impulsi insieme; il che non è insolito, dato che non abbiamo alcun compenso o compenso per le spese: proprio come ai “bei vecchi tempi”, paghiamo a modo nostro.

Se qualcuno dei miei lettori volesse prendere parte alle discussioni, per favore contattatemi.

sconfitta

I conservatori britannici ieri hanno subito una meritata sconfitta. A parte il rendersi la vita il più confortevole possibile, non hanno ottenuto nulla. Ok, la Brexit come punto di forza unico e a parte il fatto che, come tutti i conservatori del mondo, anche loro vivevano sfruttando eccessivamente la propria società.

I veri responsabili della miseria, vale a dire gli elettori britannici, hanno ora dato il loro favore al partito laburista, i cui parlamentari forse non sono così corrotti come quelli dei conservatori, ma a parte i soliti debiti, non hanno un unico concetto politico sostenibile.

E quindi possiamo essere tutti molto entusiasti di vedere da dove arriveranno tutti i soldi per rimettere in carreggiata l’economia e la società del Regno Unito. Non certo dalla corona, le colonie non sono più quelle di una volta, e probabilmente non sarà nemmeno possibile ristrutturare i debiti con l’Ue.

Non resta quindi che continuare la svendita: i ricchi in India, Cina e Federazione Russa sono sempre alla ricerca di buone opportunità di investimento. Tuttavia, è dubbio che ciò possa davvero aiutare gli inglesi.

E così l'isola dovrà ancora una volta inventare qualcosa di completamente nuovo: possiamo esserne entusiasti!


Quanto è stato utile questo post?

Clicca sulle stelle per votare il post!

Valutazione media 5 / 5. Numero di valutazioni: 4

Nessuna recensione ancora.

Mi dispiace che il post non ti sia stato utile!

Mi permetto di migliorare questo post!

Come posso migliorare questo post?

Visualizzazioni della pagina: 60 | Oggi: 1 | Conteggio dal 22.10.2023 ottobre XNUMX

Condividere: