Il kit sociale si sta sgretolando

Foto del post: donna meditativa | © Pixabay

Le società occidentali di oggi funzionano abbastanza bene fintanto che tutti seguono le stesse regole e sono disposti a intervenire per gli altri, se necessario. Che ciò avvenga su base puramente volontaria o sia controllato dallo stato gioca un ruolo subordinato.

Questo sostegno reciproco dei membri all'interno di una società viene spesso definito un kit sociale che tiene insieme interi stati, a partire dalle famiglie e abbracciando i comuni. Soprattutto nel caso degli stati, questo kit sociale, ovvero la protezione dei singoli membri, è la ragione della loro esistenza.

E come per il denaro, i cittadini devono essere convinti che il "sistema" funziona, almeno in linea di principio, e che altre esperienze - anche personalissime - sono l'eccezione.

Dall'assicurazione contro la disoccupazione all'economia sociale di mercato, i leader statali hanno creato molto non solo per rafforzare questo kit sociale, ma anche per ampliarlo per includere "l'assicurazione completa".

Sfortunatamente, questo sta diventando sempre più difficile del necessario, soprattutto perché i nostri sistemi di controllo e regolamentazione pertinenti non sono più in grado di mantenere effettivamente queste promesse.

Uno dei motivi è che viviamo tutti in un mondo molto mobile e i sistemi esistenti sono ancora troppo piccoli per essere validi per tutti i loro membri. Un altro motivo, secondo me molto più serio, è che anche gli “attori” all'interno di questi sistemi di controllo e regolazione stanno sempre meno obbedendo loro o addirittura manipolandoli a favore di se stessi e degli altri.

Notizie come quelle di oggi che tante"super ricco“ e non solo le loro aziende pagano poche o nessuna tassa, mostrano come il kit sociale si stia sgretolando all'interno delle società occidentali. E anche qui in Germania, sempre più cittadini sono convinti che la nostra economia sociale di mercato non funzioni più correttamente, le diverse Proteste dei cittadini ed espressioni di insoddisfazione nei social media possono essere presi come guida e secondo me sono solo forieri di serie lotte distributive, dal momento che la maggior parte dei cittadini ha da tempo riconosciuto che il denaro in totale, i propri risparmi e tutte le altre risorse non dureranno a lungo per tutti di noi lo farà.

Molti già si salvano sulla propria isola (Regno Unito) o in remote regioni montane (Svizzera) e credono di poter sfuggire loro stessi al "destino" - che conclusione fallace! Il kit sociale è caduto da tempo in disordine nel Regno Unito e lentamente ma inesorabilmente si sgretolerà anche in Svizzera.

Ogni società crolla quando non può più garantire il corredo sociale tra i suoi membri. Perché allora non siamo più tutti sulla stessa barca, e ogni individuo ha il diritto di essere felice a modo suo senza dover considerare gli altri – si potrebbe anche descrivere il prodotto finale come anarchia.

Conosciamo tutti molto bene gli esempi del motivo per cui questo non sta più andando così bene nelle nostre società. Ricordo quanto segue:

  • Le grandi aziende o le società high-tech operano in tutto il mondo, sono quindi attive a livello globale e sono ancora difficili da controllare anche da paesi molto grandi;
  • Anche il mercato dei capitali non può più essere controllato dai singoli stati;
  • Il principio di uguaglianza, uno dei fondamenti di tutte le società democratiche, viene sempre più minato e sostituito dal principio secolare: "Il ragazzo sedeva alla fonte" - la solidarietà si è trasformata in un campo di battaglia politico.

Cosa dobbiamo cambiare?

Le nostre strutture statali devono garantirlo

  • sono validi e applicabili a tutte le persone che risiedono nella loro zona; uguali diritti per tutti!
  • la migrazione di conoscenze, denaro e persone è regolata e, se necessario, compensata da accordi e associazioni internazionali.

Inoltre, dobbiamo tutti assicurarlo

  • tutti i membri di una società si sentono al sicuro e possono essere sicuri di non essere lasciati fuori sotto la pioggia non per colpa loro;
  • non continuiamo a sbriciolarci in sottogruppi o anche piccoli gruppi all'interno della stessa società, perché così facendo mettiamo in pericolo gli ultimi scampoli di solidarietà tra di noi; anche noi dobbiamo fare la nostra parte affinché un sistema sociale che si applichi equamente a tutti (diritti e doveri) ripristinino il corredo sociale nella nostra società.

“La società multiculturale è dura, veloce, crudele e priva di solidarietà, è caratterizzata da notevoli squilibri sociali e ha vincitori dalla migrazione così come vinti dalla modernizzazione; tende a divergere in una diversità di gruppi e comunità, perdendo la sua coesione e la natura vincolante dei suoi valori”.

Daniel Cohn-Bendit e Thomas Schmid, Il tempo (1991, # 48)

Posta un commento

Ihre E-Mail-Adresse wird nicht Veröffentlicht. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato