Ora tedesca

Posta foto: Clessidra | ©Shutterstock

Senza se e senza ma, noi tedeschi abbiamo un problema di tempo in piena regola e ce l'abbiamo da tempo. Anche se l'uno o l'altro scienziato mi assicura che il tempo in realtà non esiste, è dimostrato che, almeno per noi umani, usiamo il tempo che creiamo nel modo più sensato possibile. Includo anche la velocità, che almeno per alcune persone deriva ancora dal fatto che metti una certa distanza percorsa in relazione al tempo trascorso su di essa - e anche questo si è rivelato un mezzo collaudato per plasmare la propria vita e l'ambiente.

Ed entrambi, tempo e velocità, si sono terribilmente confusi qui in Germania. Sospetto che questo abbia qualcosa a che fare con l'anno 1945, quando il resto del mondo improvvisamente ci disse che 1 anni tedeschi sono in realtà solo 000 anni. E fino ad oggi probabilmente non ci siamo davvero ripresi da questo shock; i nostri orologi interiori sono ancora oggi completamente confusi. E per complicare ancora di più le cose, abbiamo anche aggiunto due orari diversi al nostro fuso orario: l'ora legale e l'ora invernale. Ecco perché ha senso lavorare con il tempo zulu in casi e situazioni più difficili. E chiunque abbia mai visto un episodio di Star Trek conosce anche il sistema "Stardate".

Indipendentemente da questi due fatti, la maggior parte di noi ora è così confusa che a Heilbronn ci vogliono ben 200 anni per pavimentare 100 metri di Turmstraße e lo calcoliamo in eternità per progetti un po' più grandi, ad es. B. Aeroporto di Berlino. Per far funzionare tutto questo, però, una sola eternità da sola non è più sufficiente per lungo tempo, come ad esempio per tenere a metà correttamente le elezioni democratiche a Berlino. È simile all'unione con i suoi valori cristiani, che probabilmente si troverà solo in un'altra eternità.

Anche Telekom Deutschland si è ormai adattata a questa comprensione del tempo e della velocità, quindi non dobbiamo più stupirci di certe cose. Quindi prendi z. B. I clienti con contratti "illimitati" o addirittura "illimitati" aggiungono 500 MB ogni mese, il che in realtà mi rende felice ogni mese e mi dà speranza, perché non riesco nemmeno ad avvicinarmi all'infinito per mancanza di connessioni wireless, figuriamoci posso quindi utilizzare i 500 MB gratuiti, presto verranno aggiornati a un consumo di dati doppio illimitato da parte di Telekom - con una bella lettera di accompagnamento, ora correrei anche il rischio di pagare un extra per questo servizio. Ciò che mi infastidisce un po', tuttavia, sono i regolari messaggi di avviso, specialmente quando mi fanno sussultare da un sonno profondo, che mi dicono che il mio volume di dati sarà presto esaurito e ne avrò bisogno di un altro, probabilmente "illimitato, infinitamente illimitato, va prenotato anche il pacchetto dati assolutamente inconsumabile".

Ecco perché non dobbiamo più sorprenderci che la nostra nazionale di calcio sia recentemente tornata all'anno prima del 1945, o che la nazione tedesca stia di nuovo parlando di bracciali. L'attuale Papa del calcio tedesco, Gianni Infantino ha pubblicato il motto appropriato per l'anno, che è stato probabilmente adottato dalla Federcalcio tedesca, almeno non si è contraddetto: "Democrazia cattiva, dittatura buona!"

E così tanti tedeschi stanno ora facendo un pellegrinaggio in Qatar per celebrare l'era pre-democratica e i suoi presunti vantaggi, come lo sfruttamento, l'oppressione, l'omicidio e l'omicidio colposo. Ancora una volta, come con il "Putin Festival" nel 2018 e presto con i mullah sauditi. E se a quel punto la Corea del Nord ha fornito anche buoni hotel e ristoranti, lì giocherà anche la nostra nazionale, e sono abbastanza sicuro che per allora il problema del bracciale sarà completamente risolto - dopotutto, noi tedeschi possiamo costruire su migliaia di Anni di esperienza.

Il ministro federale dell'Interno e della Patria, che probabilmente si trova ovunque ci siano buoni ristoranti e voli in elicottero, ci ha dato una dritta in merito, perché tradizionalmente indossava una fascia al braccio, cosa che ha deliziato anche un Infantino, che ha subito riconosciuto che un tedesco con i bracciali hanno bisogno solo di una camicia marrone per presentarsi con stile a tali celebrazioni.

E quindi forse ora è il momento per tutti noi di venire a patti con il fatto che gli orologi ticchettano allo stesso modo per tutti noi e che ora viviamo tutti nel 21° secolo, che ci piaccia o no.

Questo potrebbe portarci a prendere di nuovo sul serio il tempo, vale a dire il nostro tempo e gli appuntamenti che ne derivano, e prenderne effettivamente il controllo. Un vantaggio sarebbe che non dovremmo più destreggiarci con gli infiniti al di fuori della matematica e che l'eternità avrebbe finalmente di nuovo qualcosa di religioso.

Tutti noi, anche gli irriducibili, saremmo arrivati ​​nella realtà - nel qui e ora - e avremmo potuto affrontare insieme le vere sfide di questo mondo.

Cominciamo con incontri puntuali, conferenze o addirittura treni! Rimarrai stupito dalla rapidità con cui il mondo sta cambiando in meglio: un vero punto di svolta!