Malto delle Highlands

La mia prima esperienza indipendente con il single malt è stata con un malto Highland, un Brora, su cui ho potuto mettere le mani piuttosto per caso nel 1990. L'Highland Malt prende il nome dallo scozzese Highlands, che sono chiaramente separati dalle pianure centrali inferiori dalla faglia del confine delle Highlands, che sfortunatamente non si applica alle Highland della regione del whisky. Sebbene appartengano alle Highlands, le isole e lo Speyside sono considerate regioni di whisky indipendenti. A peggiorare le cose, alcune delle distillerie dello Speyside, la regione con il maggior numero di single malt, si considerano Highland Scotch Whisky. Gli amanti del whisky molto precisi o più specializzati suddividono nuovamente la regione delle Highlands in Highlands settentrionali, occidentali, meridionali e orientali. Una delle ragioni di questa specializzazione potrebbe essere che si crede che dia la possibilità di conoscere tutti i single malt almeno di questa regione. Rimango con il mio im messaggio precedente distinzione fatta e sto scrivendo qui sull'Highland Malt, almeno sul whisky di malto che io stesso ritengo essere.

Gran parte delle Highlands scozzesi sono caratterizzate da brughiere spoglie, aree montuose con pochi "Munro", che i montanari della nostra regione probabilmente descrivono come colline, e una costa lunga e frastagliata. Nel complesso, l'altopiano è in gran parte disabitato e disabitato.

Lo dico perché da dove viene un whisky ha un enorme impatto sul whisky stesso. Non solo l'acqua e l'orzo determinano il single malt, ma anche il tipo di preparazione, le condizioni del tino di fermentazione, in particolare il rispettivo utilizzo della torba e la forma degli alambicchi, per cui anche la più piccola nuova ammaccatura dovrebbe influenzare futuro whisky. Inoltre, ci sono le botti in cui il whisky viene conservato per molti anni, e anche l'area intorno al magazzino, poiché l'aria ambiente lì con tutti i suoi profumi, pollini e sali viene letteralmente risucchiata dal whisky sopra le botti.

Probabilmente il rappresentante più noto di Highland Malt è il Glenmorangie, la cui distilleria è stata fondata nel 1843. Anche a me piace sempre berlo Oban (dal 1794), Balblair (dal 1790), il Dalmore (dal 1839) e il Glendronach (dal 1826), per cui, curiosamente, gran parte del Johnnie Walker si dice che provenga dalle Highlands.

In tutto, si dice che ci siano quasi 40 distillerie che possono essere attribuite a Highland Malt. La mia esperienza di tre decenni è che questo probabilmente non potrà mai essere determinato in modo definitivo, poiché non solo le vecchie distillerie vengono chiuse e riaperte anni dopo, ma se ne aggiungono sempre di completamente nuove, per non parlare delle fusioni.

Altri malti Highland

"Era solo una produttrice di whisky, ma lui l'amava ancora."

Subito
Puoi supportare questo blog su Patreon!

Posta un commento

Ihre E-Mail-Adresse wird nicht Veröffentlicht.