vento, sabbia e stelle

5
(6)

Foto del post: albero | © Pixabay

Chiunque abbia mai sentito parlare Antoine de Saint-Exupéry Se hai letto il titolo di questo post capirai subito che mi riferisco al suo libro Terre des Hommes del 1939.

La mia lettura dei libri di de Saint-Exupéry è iniziata quando ero ancora a scuola con il Nachtflug, apparso per la prima volta nel dicembre 1931, e si conclude sempre di nuovo con il Piccolo Principe del 1943.

Nel suo "rapporto sul campo" come pilota, che ha intitolato Terre des Hommes, ha riflettuto Antoine de Saint-Exupéry su di noi esseri umani e afferma quanto segue:

"La vérité pour l'homme, c'est ce qui fait de lui un homme."

Antoine de Saint-Exupéry, Terre des Hommes, VIII.Les hommes

Vale a dire che c'è una sola verità per l'uomo, quella che lo rende uomo.

Il cameratismo, l'adempimento del dovere, la solidarietà e l'umanità sono probabilmente i temi determinanti. Non solo Antoine di Saint-Exupéry stesso è del parere che le persone di oggi abbiano perso il senso della vita in generale e, soprattutto, il senso della propria vita.

Anche noi ora siamo apparentemente mutati in una società di puro divertimento che esiste esclusivamente a spese degli altri, della natura e dell'ambiente. I viaggi senza istruzione e scopo, così come le vacanze benessere, solo per prolungare il più possibile una vita senza senso, sono in voga con molti di noi, insieme ad altri programmi di intrattenimento senza senso.

E questo comportamento è addirittura incoraggiato da alcune religioni; prendiamo come esempio il Corano.

"Sappi che davvero questa vita non è che un gioco e un passatempo."

Corano, Sura 57:20

Le conseguenze per tutti si vedono facilmente dallo stato di quei paesi che da tempo hanno fatto di questa conoscenza una questione di stato e si possono seguire costantemente anche nella cronaca. In questi paesi in particolare, il desiderio di orientamento dovrebbe essere sorto molto prima che qui, soprattutto in tempi in cui le cose sono politicamente in tilt, in cui il buon senso non sembra più essere affidabile, anche se le scienze non sono più affidabili lo sai bene, in Insomma: quando l'individuo è ributtato su se stesso.

Molti avrebbero dovuto porsi le domande di base su una vita di successo, di cui la filosofia è tradizionalmente responsabile per noi, per molto tempo. Forse alcuni avrebbero riconosciuto molto tempo fa che non importa dove conduci la tua vita senza senso. Questo probabilmente avrebbe risparmiato ad alcune persone la consapevolezza che la loro vita senza senso è completamente priva di significato, anche all'estero.

Perché tra molti altri, già avuto Michel de Montaigne capito che ciò che conta non è quanto a lungo viviamo, ma ciò che abbiamo fatto della nostra vita. Ci aiuterebbe tutti se quante più persone possibile sostituissero il puro desiderio di divertirsi con la ricerca di più cameratismo, adempimento del dovere, solidarietà e umanità, dando così a se stessi e alla società nel suo insieme una possibilità di sviluppo e sviluppo.

Sono le notti che abbiamo passato insieme a persone che la pensano allo stesso modo sul campo di addestramento militare o alla stazione di soccorso, le ore in cui abbiamo sviluppato insieme un'idea o un prodotto, "solo" svolto il nostro dovere quotidiano o aiutato altre persone che hanno tutto il ricordo di a Lascia che chili di caviale svaniscano sulla nave dei sogni o un secchio di sangria da cinque litri su Malle.

Gabriel García Márquez sottolinea questo tipo di memoria:

"La vita non è ciò che abbiamo vissuto, ma ciò che ricordiamo e come lo ricordiamo per raccontarlo."

Gabriel García Márquez, Vivi per raccontare (2002)

Ecco perché è un vantaggio per tutti se ci si prende cura di impadronirsi dei migliori e numerosi ricordi possibili fin dalla tenera età. È utile approfittare anche delle diverse offerte della nostra società e non dedicare tutto il tempo e gli sforzi per evitare o semplicemente occuparsi di raccogliere l'uvetta. Alla fine, si tratta di come Max Frisch ha osservato in una discussione in officina:

"Ognuno prima o poi si inventa una storia che prende per la sua vita, spesso con grande sacrificio".

Max Frisch, in Die Zeit (18 settembre 1964)

Riconoscendo questo, il nostro stato ha il Martin Lutero ha posto fine alla vendita di indulgenze e offre ai ritardatari tra noi l'opportunità di acquistare una vita significativa in seguito: fondazioni e circoli d'élite di salvataggio umano sono recentemente spuntati come asparagi.

Almeno da allora Martin Lutero ma sappiamo anche che questo ha poca importanza per la propria salvezza, ma anche che non è mai troppo tardi per una vita autodeterminata e significativa; i possibili compiti e sfide per questo sono in realtà illimitati e accessibili a tutti.

I nostri concittadini di lingua inglese la metterebbero semplicemente così: "Sii solo un mensch!" Harold Pinter disse:

"Sarai un essere umano... Sarai un successo."

Harold Pinter, La festa di compleanno (1959)

E Saul Bellow anche andato un passo oltre:

"Voglio che tu sia un essere umano."

Saul Bellow, Le avventure di Augie marzo (1953)

E per tutti coloro che non possono o non vogliono ritrovarsi in un deserto, può bastare uno specchio. Dale Wimbrow scrisse la seguente poesia nel 1934:

Il ragazzo nel bicchiere

Quando ottieni tutto ciò che vuoi e lotti per il tuo amore,
e il mondo ti rende re per un giorno,
poi vai allo specchio e guardati
e guarda cosa ha da dire quell'uomo.

Perché non è tua madre, tuo padre o tua moglie
il cui giudizio su di te deve passare,
ma l'uomo il cui verdetto conta di più nella tua vita
è quello che guarda indietro dal vetro.

Lui è il tipo da compiacere,
non importa tutto il resto.
Perché è con te fino alla fine,
e hai superato la tua prova più difficile
se l'uomo nel bicchiere è tuo amico.

Potresti essere come Jack Horner e "scalpello" una prugna,
E pensi di essere un ragazzo meraviglioso,
Ma l'uomo nel bicchiere dice che sei solo un barbone
Se non riesci a guardarlo dritto negli occhi.

Puoi ingannare il mondo intero,
lungo la strada degli anni,
e datti pacche sulla spalla mentre passi.
Ma la tua ricompensa finale sarà angoscia e lacrime
se hai imbrogliato l'uomo nel bicchiere.

Dale Wimbrow, 1934

"Sperava e pregava che non ci fosse una vita nell'aldilà. Poi si è reso conto che qui c'era una contraddizione e ha semplicemente sperato che non ci fosse una vita nell'aldilà".

Douglas Adams, La guida galattica per autostoppisti

Quanto è stato utile questo post?

Clicca sulle stelle per votare il post!

Valutazione media 5 / 5. Numero di valutazioni: 6

Nessuna recensione ancora.

Mi dispiace che il post non ti sia stato utile!

Mi permetto di migliorare questo post!

Come posso migliorare questo post?

Visualizzazioni della pagina: 22 | Oggi: 1 | Conteggio dal 22.10.2023 ottobre XNUMX

Condividere: