Linguaggio: adatto al genere sì, incasinato no

Foto in primo piano: Collage di Lothar Birkner

A parte il neutro, la lingua tedesca ha due generi (maschio e femmina). Gli studi di genere presuppongono che siano circa 60, inoltre bisogna distinguere tra genere (identità di genere e ruoli di genere) e sesso (sesso biologico). Il mondo è diventato complicato. Tutto sembrava chiaro prima. Quando alla fine degli anni 'XNUMX mio padre scrisse lettere alla Camera dell'artigianato, disse che il saluto "Gentile signore" era sufficiente. come Elizabeth Schwarzhaupt divenne ministro federale nel novembre 1961, alcuni ebbero un problema con il saluto. "Frau Minister" o "Frau Ministerin" o come ci si dovrebbe rivolgere alla signora adesso? Abbiamo sessant'anni e possiamo solo sorridere per una cosa del genere. Ma i problemi nel rapporto tra lingua e genere sono diventati molto più diversi. 

Come risolviamo i diversi problemi linguistici risultanti? Suggerisco: Con calma e serenità nella consapevolezza che la lingua è qualcosa di vivo. Pertanto, il loro sviluppo non può e non deve essere forzato artificialmente per ragioni ideologiche - o qualunque altra ragione. In primo luogo, incasiniamo il nostro linguaggio e, in secondo luogo, gli sviluppi forzati artificialmente non sono comunque accettati da una grande maggioranza e non portano a nulla. Con ciò, non nego in alcun modo un'interdipendenza tra linguaggio e coscienza, e certamente non il fatto che con un cambiamento di coscienza cambierà anche il nostro linguaggio. In termini di linguaggio modellato dal pensiero patriarcale, questo è già accaduto in una certa misura. La diversità e la tolleranza sono cose molto buone, ma non promuoviamo questi valori con direttive linguistiche emanate da una ristretta élite intellettuale.

Cercherò di chiarire cosa intendo con alcuni esempi. In ogni caso, penso che abbia senso quando il nostro linguaggio esprime il fatto che esistono due sessi biologici. Possiamo ad es. Ad esempio, di' "gli insegnanti di questa scuola". La contro-argomentazione secondo cui una o due parole in più allungherebbero inutilmente il testo è disonesta e fasulla. Ma se vuoi esprimere l'esistenza di due generi con Gender* (insegnanti) o Gender_ invece di una o due parole in più, posso onestamente dire che tutto il mio sentimento per il linguaggio resiste. Anche quando leggo "La dea sia ringraziata", non riesco ad abituarmi a questa formulazione. Nel caso di uno scrittore americano, tuttavia, una volta ho trovato quello che ritengo essere un eccellente ostacolo linguistico che mette in discussione la nostra immagine patriarcale di Dio. Scrive "Dio" e poi continua "lei".

Penso che le verticali verbali, come dire "persone con utero", siano fuorvianti. Le persone che si intendono sono molto più del 99% donne. Gli uomini trans che hanno un utero sono una minoranza trascurabile, almeno linguisticamente. Stiamo davvero negando a questa minoranza il nostro rispetto se evitiamo tali costruzioni linguistiche artificiali? Penso che ci siano abbastanza altri modi per dimostrare che rifiuti la discriminazione contro le minoranze sessuali. Non ci sono cifre affidabili su quante persone in Germania possono essere assegnate al termine generico "transgender". Le stime variano tra lo 0,3% e lo 0,6% della popolazione. Devono essere protetti contro la discriminazione e non devono mai essere usati con termini dispregiativi o parolacce. 

In conclusione, vorrei dire che le opinioni qui espresse sono mie opinioni personali, ovviamente si possono avere opinioni diverse. Ma dovremmo discuterne con rispetto. Sfortunatamente, ho scoperto che le persone che altrimenti si vantano della loro liberalità e tolleranza spesso lavorano con inesorabilità e insinuazioni ideologiche. Questo avvelena l'atmosfera e danneggia solo. Quindi rispetta gli amici!


Puoi supportare questo blog su Patreon!

Un pensiero su "Linguaggio: adatto al genere sì, incasinato no"

Posta un commento

Ihre E-Mail-Adresse wird nicht Veröffentlicht.